BorgosesiaNotizie dal territorio

Borgosesia: generosa donazione dall’Associazione Metallurgici per l’IIS Lancia

Ai “meccanici” dell’Istituto Lancia una donazione di 7mila euro dall’associazione Metallurgi della Valsesia e del Cusio.

L’assegno è stato consegnato sabato mattina, 14 gennaio, in occasione dell’open day nel plesso Ipsia Magni in via Marconi a Borgosesia.

Presenti alla cerimonia, oltre al dirigente Carmelo Profetto e ai docenti di indirizzo Roberto Maccarone e Alessandro Iodice, anche una folta delegazione dell’associazione Metallurgi: il priore Pier Giorgio Fornara della ditta omonima di Borgomanero e l’ex priore Savino Rizzio della Vir di Valduggia che hanno simbolicamente sottoscritto l’assegno, Anna Maura Zanfa e Ferruccio Morganti, a loro volta ex priori.

Presente anche Patrizia Rizzolo, presidente del Rotary club Valsesia, associazione da sempre vicina all’istituto Lancia e di supporto per numerose iniziative e progetti.

La somma, come detto dal dirigente scolastico, sarà destinata a potenziare i laboratori di meccanica sia del plesso Ipsia sia del plesso Iti: “La simbolica sottoscrizione del contributo avvenuta presso la sede dell’Ipsia Magni da parte di persone, industriali, di una riconosciuta levatura morale e sempre vicini al territorio – dichiara il preside Profetto – conferma la proficua alleanza tra la scuola che in tanti decenni ha dato i natali a numerose menti d’opera, numerosi operai ma anche a grandi imprenditori e il tessuto imprenditoriale sempre attento alle istanze del capitale umano del futuro.”

L’intento della donazione è infatti quello di sostenere la formazione specifica, anche attraverso il miglioramento dei laboratori, di quegli studenti che dopo la qualifica o il diploma potranno impiegarsi nelle numerose aziende metalmeccaniche del territorio. Il priore uscente, Ing. Rizzio, che ha promosso la raccolta fondi tra i soci dei Metallurgi in occasione delle cene tra priori e al pranzo annuale di sant’Eligio, patrono della categoria, sottolinea come la richiesta di personale qualificato “sia alta e richieda dunque da parte delle aziende, direttamente interessate, investimenti e attenzione nei confronti delle scuole tecnico-professionali dove il personale cresce e si forma”.

Guarda tutto

Guarda altre notizie

Lascia il tuo commento

Back to top button