BorgosesiaNotizie dal territorio

Borgosesia: il Comune consegna buoni sport a tre ragazzini ucraini

Consegnati stamattina in Comune a Borgosesia, da parte del Vicesindaco Fabrizio Bonaccio e dell’Assessore Eleonora Guida, i buoni che garantiscono l’accesso alle strutture sportive del Milanaccio ai tre ragazzini ucraini arrivati in città da una decina di giorni.

«Questi ragazzi sono ancora traumatizzati dall’esperienza della guerra e della fuga dalle loro case – commenta Fabrizio Bonaccio – hanno gli occhi pieni di paura e vivono praticamente in isolamento, vista l’ovvia difficoltà di comunicazione. Offriamo loro la possibilità di fare sport anche come opportunità di conoscere loro coetanei, socializzare e ritrovare serenità, pur in questa difficile situazione».

I ragazzi, Igor e Oleg di 11 anni e Christina di 15, potranno accedere alla piscina, alla palestra e al campo da tennis del Centro Sportivo Milanaccio: «Abbiamo offerto questi buoni in collaborazione con la società Trialom Srl, gestore della struttura, che si presta volentieri ad aiutare questi ragazzi – aggiunge Bonaccio – dal sorriso con il quale i tre
giovani hanno accolto la possibilità di fare sport, credo che un piccolo passo avanti nella loro nuova vita sia stato fatto. Naturalmente con l’auspicio che questa sia per loro solo una parentesi, e possano presto tornare nel loro Paese».

Il Comune di Borgosesia è impegnato su più fronti per offrire accoglienza ai profughi provenienti dall’Ucraina: i servizi sociali, sotto la guida del Consigliere Nunziata, si occupano dell’aspetto abitativo, i servizi scolastici, guidati dall’Assessore Poletti, sono impegnati nell’inserimento nei percorsi scolastici cittadini e sul conto del Comune di Borgosesia è stata aperta un’apposita sezione dedicata alla raccolta fondi per il sostegno a queste famiglie fuggite dal loro Paese, dove già sono arrivati numerosi contributi.

IL CONTRIBUTO VA VERSATO SUL CONTO DEL COMUNE DI BORGOSESIA
TESORERIA COMUNALE BANCA DI ASTI SPA
IBAN IT 48I0608510316000000905019
Causale: Borgosesia per l’Ucraina

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button