BorgosesiaNotizie dal territorio

Borgosesia: linea dura del Sindaco contro i vandali e gli assembramenti

“Giro di vite contro chi sporca i giardini e si assembra davanti ai locali: a Borgosesia scattano controlli e multe a tutela dell’ordine e dalla salute pubblica”.

Ragazzini che nel fine settimana abbandonano incarti, bottiglie e spazzatura intorno al monumento in ricordo dei Caduti, al centro dei giardini pubblici, e altri che addirittura si spingono ad urinare negli angoli dello spazio verde, dove le mamme portano i bimbi a giocare. E ancora: adolescenti che si assembrano davanti ai locali, il sabato pomeriggio, con la mascherina abbassata. A Borgosesia sono tante le segnalazioni di cittadini preoccupati, ed il Sindaco ha deciso di intervenire.

«Si è passato il segno – commenta Paolo Tiramani – questo malcostume è intollerabile, tanti
cittadini ci hanno segnalato quanto accade ai giardini, e disponiamo anche di scatti molto
eloquenti relativi a quest’ultimo fine settimana: ora i Carabinieri e la Polizia Municipale, su mia
esplicita richiesta, stanno visionando tutte le immagini delle telecamere installate dal Comune
per individuare i responsabili dello scempio compiuto, e verranno puniti a termine di legge. E’
intollerabile – sottolinea il primo cittadino – che ci si comporti senza alcun rispetto del luogo
pubblico, che tutti i borgosesiani hanno il diritto di poter frequentare in sicurezza».

I controlli si estenderanno anche alle aree esterne ai locali pubblici della città, dove purtroppo
nel fine settimana si verificano ormai costantemente assembramenti rischiosi per il diffondersi
della pandemia: «In città abbiamo valori molto incoraggianti – dice il Sindaco – i positivi sono al
momento lo 0,33% (contro una media nazionale del 5% circa) e dobbiamo evitare in tutti i modi
che questa percentuale si alzi. È dunque irresponsabile il comportamento di coloro che si
assembrano davanti ai bar, ed anche degli esercenti che consentono che questo avvenga: avviso dunque tutti – conclude Paolo Tiramani, con la fermezza che gli è propria – nei fine settimana verranno potenziati i controlli ed affronteremo il problema con ordinanze specifiche: saremo duri e severi, non certo per spirito di vessazione verso i giovani, ma per il bene dell’intera popolazione».

Guarda tutto

Commenta

Back to top button