BorgosesiaNotizie dal territorio

Borgosesia: solidarietà per donne e bambini in fuga dalla guerra.

Borgosesia apre le sue porte a donne e bambini Ucraini che fuggono dalla guerra: la decisione, presa dal Sindaco Paolo Tiramani e dal suo Vice Fabrizio Bonaccio, arriva a poche ore dall’inizio degli scontri armati, che con evidenza stanno colpendo anche la popolazione civile.

«L’orrore di quanto sta accadendo ci colpisce nel profondo – dicono gli amministratori – l’istituzione comunale non può ovviamente avere un peso nelle trattative politiche, ma certo possiamo fare qualcosa a livello umanitario: abbiamo quindi deciso di attivarci immediatamente per mettere a disposizione le strutture del Comune per le mamme con i loro bimbi, per tutte le donne e i bambini. Abbiamo scritto all’Ambasciata per dire che noi ci siamo, e che offriamo un rifugio sicuro e accogliente».

Contestualmente, Paolo Tiramani e Fabrizio Bonaccio a nome di tutta la Giunta hanno inviato una lettera ai cittadini Ucraini residenti a Borgosesia, mettendosi a disposizione per accogliere eventuali richieste d’aiuto per i loro familiari in patria: «Non si tratta di migranti economici – spiegano Tiramani e Bonaccio – ma di persone che fuggono da un Paese in guerra, ed hanno diritto di essere protetti».

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button