Notizie dal territorioVarallo

Dalla biblioteca di Varallo i ringraziamenti al Lions Club Valsesia per la donazione.

Luce, soltanto luce che trasforma tutto il mondo in giocattolo / Benissimo, faremo gli occhiali così”: questi versi chiudono l’epitaffio di Dippold, l’ottico, che dorme sulla collina di Spoon River. Purtroppo non sono ancora stati fabbricati quei magici occhiali in grado di restituire la vista, ma per i ciechi, o gli ipovedenti, qualsiasi supporto possa aiutarli a conoscere il mondo e a farne esperienza, è importante.

Fausto Luotti, Presidente del Lions Club Valsesia,e il suo Consiglio, a settembre 2021 avevano stanziato la somma di € 1.000, ripartita tra le biblioteche di Borgosesia e Varallo, finalizzata ad acquistare materiale bibliografico per ciechi o ipovedenti. Quest’anno, martedì 20 settembre, il Meeting che riunisce i soci del Lions Club Valsesia è stato l’occasione per la Biblioteca di Varallo, rappresentata dal suo Direttore, Piera Mazzone, per ringraziare il Club di servizio per la donazione, presentando ciò che è stato acquistato e come viene già utilizzato.

Reperire questa particolare tipologia di materiale bibliografico non è semplice, perché non si tratta di libri presenti nell’editoria nazionale, sono libri tattili e corredati da testi in braille, realizzati artigianalmente e su ordinazione. Potremmo definirli libri d’artista: le nostre richieste, come biblioteca di Varallo, erano finalizzate all’acquisto di libri per bambini in età pre-scolare: Teresa e Norah sono bimbe piccine. Accanto a questi libri abbiamo pensato di acquistare anche alcuni libri ad alta leggibilità, cioè stampati con caratteri tipografici speciali, interlinea ampia, ampi spazi bianchi tra le lettere, testo privo di a capo sillabici per evitare di spezzare le parole, capitoli e paragrafi brevi, con tavole a colori per facilitare la comprensione del testo, margini studiati per non opprimere, ma nemmeno disperdere una corretta lettura, colore avorio della carta che evita il riflesso luminoso, legature che consentano l’apertura totale del libro e la sua maneggevolezza. I libri ad alta leggibilità sono per tutti, ma in particolare per bambini con DSA (disturbi specifici di apprendimento: dislessia, disgrafia e discalculia che consistono nella difficoltà a leggere e a scrivere in modo corretto e fluente) e BES (Bisogni Educativi Speciali). Accanto a questi libri per bambini e ragazzi, in biblioteca esistono i libri della Collana Corpo Sedici, che sono rivolti a persone con problemi di vista , o che semplicemente non vogliono affaticare ulteriormente gli occhi nella lettura, magari praticata nelle ore serali, dopo una giornata di lavoro”.

Servono anche gli occhiali, anche quelli che magari si butterebbero perché non più utilizzati, o inadeguati: il Lions Club International nel 1994 ideò ufficialmente un nuovo progetto internazionale, il Programma Lions di Raccolta e Riciclaggio di Occhiali da Vista. Nove anni dopo, venne fondato in Italia il Centro Italiano Lions per la Raccolta degli Occhiali usati onlus, che divenne uno dei diciannove centri di riciclaggio Lions nel mondo. Ad oggi, questo programma raccoglie occhiali correttivi, da lettura e da sole. Il Lions Club può dirsi orgoglioso di aver raccolto più di tre milioni di occhiali e averne distribuiti più di un milione e mezzo, contribuendo a migliorare la vista o proteggere gli occhi di tantissime persone. Gli occhiali usati possono essere depositati negli appositi contenitori, che verranno portati al Centro Italiano Lions Raccolta Occhiali Usati, a Torino, dove esiste un laboratorio per l’attività di rigenerazione e riciclaggio degli occhiali, gestito grazie a volontari, alternanza scuola-lavoro e lavoratori socialmente utili.

Piera Mazzone
Direttrice della biblioteca civica Farinone Centa di Varallo

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button