GattinaraNotizie dal territorio

Gattinara: in arrivo fondi per il contrasto alla diffusione degli stupefacenti

Rafforzare gli strumenti da utilizzare per il contrasto e la prevenzione del micro-spaccio sono gli obiettivi del progetto candidato dalla nuova Amministrazione comunale per accedere ai
contributi ministeriali destinati ai Comuni per il finanziamento di iniziative di prevenzione e
contrasto della vendita e dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Il progetto del Comune di Gattinara prevede alcune linee di azione precise: rafforzamento del corpo di Polizia Locale, potenziamento della rete di videosorveglianza, educazione civica nelle scuole ed ha ottenuto per il 2021 un contributo di 18 mila euro.

Sul fronte delle azioni di contrasto all’uso delle sostanze, è previsto un potenziamento degli
agenti del Corpo di Polizia Locale del Comune per effettuare sul territorio maggiori controlli per individuare eventuali consumatori e colpire gli spacciatori. L’attività di contrasto sarà garantita anche attraverso l’implementazione delle telecamere del sistema di videosorveglianza da installare in alcuni punti strategici.

Quanto alle iniziative di sensibilizzazione è prevista negli Istituti scolastici l’introduzione di corsi formativi di educazione civica specifica e la realizzazione di uno spot video, quale pubblicità progresso sul tema della lotta allo spaccio, che potrà essere veicolato attraverso i canali istituzionali e diventare virale sui social. Il Ministero dell’Interno ha incrementato il fondo per la sicurezza urbana, riconoscendo ai Comuni un contributo di 5 milioni di euro annui per il triennio 2020-2022, per il finanziamento di iniziative di prevenzione e contrasto della vendita e dello spaccio di sostanze stupefacenti. A seguito della definizione dei criteri di attribuzione delle risorse, grazie al Progetto presentato dal Comune a Gattinara arriveranno 18.000 Euro.

«Le risorse destinate dal Ministero rappresentano un preziosissimo supporto – fa sapere il neo Sindaco di Gattinara Maria Vittoria Casazza – che servirà per mettere in atto un piano di azioni che prevede sia iniziative di contrasto sia interventi formativi e di prevenzione».

«Con questo Progetto – spiega Daniele Baglione, che lo ha seguito nei dettagli – vogliamo migliorare e implementare la rete di videosorveglianza e, soprattutto il servizio dei nostri agenti di Polizia Locale attraverso l’allocazione di risorse per turni straordinari, in particolar modo nelle ore notturne, inoltre, riteniamo indispensabile coinvolgere direttamente le scuole con corsi di educazione civica».

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Articoli stesso argomento
Close
Back to top button