LozzoloNotizie dal territorio

Lozzolo: si discute sulla variante al PRGC

L’Amministrazione comunale intende ascoltare le volontà dei cittadini per eventuali nuovi bisogni di costruire o di non costruire più. Si vuole dunque fare una ricognizione delle volontà per capire se c’è l’esigenza di cambiare la destinazione dei terreni nel Piano Regolatore Comunale per costruire nuove abitazioni o togliere l’edificabilità ad altri terreni se ormai non si intende più costruire una casa.

Il piano regolatore vigente è stato approvato nel 2014 dopo un iter burocratico iniziato nel 2008. “E’ dunque arrivato il momento capire se i privati cittadini hanno nuove esigenze rispetto a una decina di anni fa” commenta l’Assessore all’urbanistica Zappaterra Alberto.

Lo scopo è quello di non aumentare la superficie edificabile già disponibile con il Piano regolatore ma fare solo degli spostamenti cioè dare la possibilità di costruire sottraendola a chi invece non ha più intenzione di costruire. “In questo modo non si vuole aumentare il consumo di suolo ma rendere efficiente lo strumento urbanistico e soddisfare i reali bisogni della cittadinanza” commenta il sindaco Sella Roberto.

Negli uffici comunali e sul sito web è disponibile il modulo per dare informazione all’Amministrazione sul cambio di destinazione d’uso delle proprie proprietà. Ci sarà tempo fino al 15 gennaio per presentare le richieste.

“Questa ricognizione interesserà solo l’ambito residenziale, artigianale-produttivo e non il comparto delle miniere e tutto ciò che è ad esso correlato. L’intento è di dare risposte alle nuove esigenze della popolazione” Conclude il Sindaco Sella Roberto

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button