Notizie dal territorioSerravalle Sesia

Monchezzola: la IX giornata del ricordo con gli Alpini di Serravalle

Il Gruppo Alpini di Serravalle, presieduto da Orazio Costanzo, è molto attivo e presente in tutti i settori della vita sociale e associativa. Gli Alpini non si sono fermati neppure nei due anni del Covid, collaborando con l’Amministrazione Comunale per fare servizio d’ordine al mercato settimanale e prestando servizio presso l’Hub vaccinale creato accanto al Bowling, con il parroco controllando il distanziamento durante le funzioni presso l’Oratorio della frazione Gattera, unendosi alla Sezione Valsesiana nel contribuire all’acquisto di due ventilatori polmonari per l’ospedale di Borgosesia, aiutando economicamente la Caritas, che cercava di sopperire ai bisogni delle famiglie del paese.

Contemporaneamente gli Alpini riparavano i danni dell’alluvione 2020 a Monchezzola e ultimavano la nuova, prestigiosa sede, inaugurata a giugno, costata sette anni di lavoro, due di attesa e trentamila ore di lavoro volontario e gratuito.

A Monchezzola quest’anno è stata organizzata l’annuale Festa della Madonna  della Neve e sono stati ospitati per due giorni i bambini del mini campo ANA.

La Giornata del Ricordosi è aperta con l’alzabandiera e la S. Messa celebrata sul sagrato del secentesco Oratorio della Madonna della Neve, dal parroco Don Salvatore Giangreco, che è molto vicino agli Alpini perché ha dedicato la sua tesi allo studio del Beato Don Secondo Pollo, Cappellano degli Alpini. La Messa è stata resa più solenne dai canti della Corale di San Giovanni Battista e dall’accompagnamento delle chitarre suonate da Raffaella Biglia, Elisa Sezzano e Sara Sisti. Ermes Pasteris ha recitato la Preghiera dell’Alpino.

All’appello degli Alpini andati avanti, scandito, come di consueto, da Roberto Pozzato, giunto già a settanta nomi corrispondenti a volti, voci, che sono nel cuore della Comunità, si sono aggiunte una decina di persone definite: “Amici degli Alpini”, che hanno collaborato con il Gruppo, che nel 2025 festeggerà i cento anni dalla costituzione.

Il Sindaco, Massimo Basso, sempre presente a questa manifestazione che “istituzionalizza” la Memoria, racchiudendo il forte significato di tenere nel cuore, ha ringraziato gli Alpini e tutti i presenti, sottolineando la vivace vita associazionistica del paese. Anome del Presidente Sezionale Gianni Mora, ha parlato Mauro Pallone che, dopo aver ricordato la collaborazione offerta dal Gruppo in occasione del centenario della Sezione Valsesiana, si è commosso ricordando l’apporto dei “veci”, quegli alpini che hanno mantenuto lo spirito di corpo traducendolo in azioni positive per le varie Comunità.

Al termine del pomeriggio la proverbiale generosità degli Alpini si è manifestata in gesti concreti, offrendo un contributo in denaro ad alcune delle Associazioni Serravallesi: A.I.B., Comitato Benefico Bornatese, Comitato Carnevale, San Vincenzo e Caritas, Amici di Lourdes, Amici di Sant’Antonio, Pro Loco, Comitato dei Rioni. Questo segno di solidarietà denota come lo spirito di collaborazione sia importante, soprattutto all’interno di un piccolo paese. Gustavo Ferrara è stato premiato con il guidoncino del Gruppo per aver pubblicato  un ampio servizio sul Gruppo di Serravalle, corredato di foto storiche, in occasione dell’inaugurazione della nuova sede.

Il pomeriggio si è concluso con una merenda cenoira in stile alpino, che ha riunito attorno ai tavoli le persone intrecciando brindisi e ricordi, naturalmente riservando il primo tavolo ai “veci”, tra i quali sedeva il Cav. Sandro Barbieri, novantaduenne, che ha partecipato a tutta la manifestazione, mantenendo sempre la posizione sull’attenti all’appello per gli Alpini scomparsi.

Il prossimo appuntamento sarà la castagnata alpina nell’area del Bowling e davanti alle Poste.

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button