Notizie dal territorioPrato Sesia

Prato Sesia: Apericena per gli amici della Cascina Spazzacamini organizzata da ANFFAS Valsesia

ANFFAS VALSESIA ETS: “APERICENA AMICI DI CASCINA SPAZZACAMINI”.
LO SPIRITO DEL FARE SI SPOSA CON LA SEMPLICITÀ.

Venerdì 23 settembre, l’Anffas Valsesia di Prato Sesia – presso i saloni e le cucine ristrutturate della storica Cascina Spazzacamini, affidata in comodato d’uso dalla Regione Piemone -ha organizzato un Apericena per gli Amici di Cascina Spazzacamini, per ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di:“I care kitchen”, una mensa giornaliera che serve circa cinquanta pasti ogni giorno, appagando, per la qualità e la varietà dei cibi, tutti gli ospiti della struttura. Il progetto, ideato in collaborazione con l’Istituto Alberghiero di Varallo e Gattinara, presentato tramite la Fondazione Comunità del Novarese alla Fondazione Cariplo, partecipando al bando: “Emblematici Provinciali 2018”, che prevedeva l’elaborazione di progetti in grado di produrre un impatto significativo sulla qualità della vita di una Comunità e sulla promozione dello sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio di riferimento, è stato finanziato con un contributo e con fondi interni,ed è stato avviato nel primo semestre di quest’anno.

Il Presidente, Carlo Giuseppe Ronco, ha parlato del presente e dei futuri sviluppi della struttura e dei suoi ospiti: “Nonostante le interruzioni dovute alla pandemia, terminata la ristrutturazione dell’Ala Sud dello storico complesso della Cascina Spazzacamini, è stata realizzata una cucina didattica per ragazzi con disabilità lieve del nostro territorio, che ha permesso di organizzare eventi cui i ragazzi hanno partecipato direttamente, impegnandosi in cucina e nel servizio in sala, utilizzando la cucina didattica, sia per uso interno, che aperta ad un pubblico esterno. Dopo la scuola, per i disabili lievi, è importante poter trovare un’attività che li gratifichi e li valorizzi. Attraverso la collaborazione e la condivisione nelle diverse fasi di lavoro, si raggiunge un’effettiva inclusione. Fuori progetto, nell’area nord della Cascina, è stata realizzata l’area ecologica ed una nuova centrale termica a cippato, che consentirà un notevole risparmio sui costi dell’energia. Oggi alla Cascina Spazzacamini, ci sono quattordici ospiti residenti e ogni giorno una quindicina di ragazzi frequenta i laboratori diurni: anche quest’anno abbiamo potuto offrire a tutti i nostri ospiti un soggiorno marino di quindici giorni a Misano Adriatico. Il personale, qualificato, motivato e preparato, è costituito da un Direttore, un responsabile amministrativo, due educatori, una animatrice, nove OS, due Ausiliari. Prossimamente sarà presentato il progetto:“La fattoria dei semplici” di avvicinamento all’orticultura anche per persone con disabilità motorie, grazie a ripiani di lavoro loro accessibili, ideato e finanziato dal Rotary Club di Gattinara, che contribuirà anche alla creazione di una piccola fattoria con animali da cortile, caprette e asinelli, che saranno accuditi dagli ospiti della residenza, contribuendo alla crescita comunicativa e relazionale delle persone disabili, stimolandone le capacità cognitive ed emotive. Nel 2023 a Piane Sesia,in uno stabile che prima ospitava l’asilo e le scuole elementari, apriremo il Gruppo Appartamento Residenziale San Giacomo, composto da sei posti letto, ampio soggiorno e cucina, che ospiterà disabili medio lievi. Tutti i laboratori saranno concentrati alla Cascina Spazzacamini”.

Tra gli oltre cinquanta invitati alla serata, oltre al Presidente dell’Anffas Valsesia, Carlo Giuseppe Ronco e al Vice Presidente Paolo Grandi, ai membri del Consiglio d’Amministrazione: Mauro Campora (coordinatore della parte organizzativa dell’evento), Alessandro Orsi, William Brecher, Elisabetta Cagnoli, Beatrice Novelli e al Personale che ogni giorno lavora nella struttura: il direttore Cristina Costadone e la Segretaria Paola Guglielmini, erano presenti: Paolo Raffredi e Andrea Usellini, che da sempre collaborano attivamente con l’Anffas, il dirigente dell’Istituto Alberghiero di Varallo e Gattinara, Professor Carmelo Profetto, Laura Cerra, Presidente Fondazione Valsesia, con i consiglieri Piera Goio e Gualtiero Canova, Direttore Dipartimento Chirurgico ASL VC, Cesare Ponti, che rappresentava la Fondazione Comunità del Novarese, Maurizio Comoli, membro del Consiglio d’Amministrazione del Banco Bpm (Ex-Banca Popolare di Novara), Maura Zanfa, Presidente dell’Associazione Archimede Lavoratori Speciali Valsesia APS, Isa Patrosso, presidente di “Sunrise musica & cultura”, il Sindaco di Prato, Alberto Boraso, il Sindaco di Borgosesia, Fabrizio Bonaccio, con l’Assessore Paolo Urban e il Consigliere Franco Gilardi, il Vice Sindaco di Varallo, Eraldo Botta, il Vice Sindaco di Gattinara, Daniele Baglione, Eugenia Borzone, Presidente Soroptimist Club di Valsesia e rappresentante del Comune di Quarona, Rosanna Salvoldi, Past President Soroptimist Valsesia, che nel biennio del suo mandato aveva organizzato una lotteria benefica per contribuire alla creazione della cucina didattica, la Presidente e il Vice Presidente del Comitato CRI di Borgosesia: Daniela Denicola e Enrico Vanoli, Vito Arlunno, Presidente Lions Club Valsesia. Tra gli industriali del territorio, hanno accolto l’invito del Presidente dell’Anffas: Alessandro Francoli, che ha generosamente offerto i vini serviti durante la serata, Marco Zanolo, Mauro Guzzon, Direttore Risorse Umane della Cavanna SpA, Carlo Alberto Prosino, Federica Toscanini. Si sono scusati per l’assenza Gian Luca Gessi, Fausto e Stefano Rigamonti e Pier Luigi Loro Piana, che finanzierà un impianto fotovoltaico di cinquanta Kilowattora, grazie al quale, unitamente all’utilizzo del cippato nella nuova centrale termica,la struttura sarà completamente indipendente dal punto di vista dell’energia.

Al termine della serata sono stati presentati i due cuochi: Giorgio Anselmetti e Leonardo Di Rienzo, e tutti i ragazzi che hanno collaborato, in cucina: Alessandro e Luca, mentre il servizio è stato offerto agli ospiti con garbo e professionalità, da: Alberto, Maurizio, Mauro F., Mauro G. e Leonardo, tutti accolti con un lungo e fragoroso applauso, che premiava anche il menu ottimo e raffinato, realizzato utilizzando i prodotti stagionali del territorio.

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button