Notizie dal territorioRomagnano Sesia

Romagnano: è Gaeta Loredana la vincitrice del Concorso della Fondazione La nosta Gent

Sabato 19 Novembre si è tenuta presso il Museo Storico Etnografico della Bassa Valsesia a Romagnano Sesia la premiazione per il 17esimo concorso indetto dalla Fondazione “La Nosta Gent Onlus”. Il tema del Concorso 2022 è stato: “Uso, Riuso, Disuso- tradizioni di famiglia di ieri e dioggi” .

Gli elaborati presentati sono stati 4:
● “Pipin e Nunziàdê” di Agabio Mauro
● “Io c’ero” di Crevola Daniela
● “Ricordi” di Gaeta Loredana
● “Uso, riuso, disuso: chi eravamo, cosa siamo diventati e dove stiamo andando” di Silvia
Livilla Chersich

La valutazione dei lavori è stata effettuata da una giuria di esperti nominata dal CDA della Fondazione La Nosta Gent Onlus.
Il comitato di esperti è stato così composto:

Laura Travaini,
Barbara Vanoli e Raffaele Salvoldi.

I componenti del CDA, infatti, non partecipano in prima persona alla valutazione degli elaborati. È stata nominata internamente Lucia Gamalero, vicepresidente della fondazione, come figura di riferimento per la giuria e di coordinamento delle varie fasi della gestione del Concorso.

Il CDA ha provveduto a fornire gli elaborati in formato anonimo alla giuria. I componenti di questa infatti non erano a conoscenza dei nomi degli autori delle interviste. L’abbinamento nome autore-intervista è stato effettuato in un secondo momento una volta proclamato il vincitore.

Per la formazione della graduatoria, ogni membro del Comitato di esperti ha avuto a disposizione un punteggio da 1 a 10 da assegnare per ciascuno dei seguenti criteri di valutazione: – coerenza con il titolo del concorso – interesse ambientale / culturale -Originalità nella scoperta e/o valorizzazione dell’uso, riuso e disuso – Originalità forma espositiva del lavoro.

La vincitrice del Concorso 2022 è stata Gaeta Loredana con il suo elaborato “Ricordi”.

I componenti del consiglio della fondazione ci tengono a ringraziare tutti i partecipanti al Concorso 2022, i membri della giuria per il grande lavoro svolto con dedizione e professionalità e ovviamente Il Museo Storico Etnografico della Bassa Valsesia per il costante supporto e sostegno.

L’evento di premiazione del concorso è stato un momento speciale di grande condivisione. Gli autori attraverso alcune domande della giuria hanno potuto far conoscere i loro pensieri, ricordi condivisi nei loro elaborati.

Il pomeriggio si è poi concluso con una performance di Raffaele Salvoldi in arte WoodArc. Autore di opere spettacolari. Gli unici limiti con cui si deve interfacciare sono la gravità e l’immaginazione.

Gli elaborati sono scaricabili dal sito internet della fondazione:
https://sites.google.com/site/lanostagent/

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button