Notizie dal territorioSerravalle Sesia

Serravalle: festeggiati i 27 anni di sacerdozio di Monsignor Gianluca Gonzino

Ad multos annos: è una forma augurale in latino, di origine cristiana, usata nella liturgia e rivolta per tre volte dal vescovo consacrato al vescovo consacrante. Nel linguaggio comune si usa genericamente come forma di augurio di lunga vita, ma sabato 13 agosto, Don Ambrogio, parroco di Serravalle, l’ha rivolta con particolare affetto a Monsignor Gianluca Gonzino che festeggiava il ventisettesimo anniversario di ordinazione sacerdotale, nell’aula gremita dell’antica pieve di Santa Maria di Naula: “Grazie per quello che fai per la nostra Comunità cristiana, che un tempo annoverava tre parrocchie e a Serravalle c’era anche un Vice Parroco, mentre oggi i ministri del culto si sono ridotti e Tu, generosamente, celebri le messe nelle giornate festive e prefestive e le esequie in occasione dei funerali. A Te vada la preghiera di tutta la nostra Comunità e questo piccolo dono: un libro di Monsignor Tonino Bello”.

Monsignor Gianluca ha accolto gli auguri e il dono del Parroco ricordando le parole scritte quel giorno di ventisette anni prima, dallo stesso Don Ambrogio, allora parroco di  Casalbeltrame, ed indossando la preziosa casula che il sacerdote gli donò per l’Ordinazione.

La Messa solenne, accompagnata dai canti della Corale, diretta dal Maestro Andrea Buonavitacola, alla quale si sono aggiunte la voce di Matteo Camagna di Balzola e la tromba di Roberto Foglia di Stroppiana, amici del festeggiato, era celebrata in memoria di Onda Bosonotto, sorella della Fabbricera Bianca, donna cara a tutti per la sua Fede, operosità e discrezione. Monsignor Gianluca ha ricordato che si prega per i morti, ma anche per i vivi, invitando a pregare per la sua mamma Giuseppina, ricoverata ad Alessandria, in attesa di un delicato intervento chirurgico.

Athos, Bianca, Maria Cristina, Mariella, Oriana, Paola, Vittorina e tutta la comunità ecclesiale di Santa Maria di Naula, hanno donato al sacerdote una pergamena ricordo ed alcune pubblicazioni, che sapevano essere gradite sia al religioso, che allo studioso.

Don Gianluca, commosso da queste testimonianze d’affetto, ha ringraziato tutti i presenti, tra i quali c’erano anche parenti ed amici, e Chicca, sua compagna di Liceo, che con lui si era iscritta a Giurisprudenza.

Al termine della Santa Messa un rinfresco è stato offerto a tutti i presenti.

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button