Notizie dal territorioVarallo

Varallo: festeggiati i 25 anni della sede della biblioteca e regalo ai nati del 2022

Martedì 6 dicembre, sono stati festeggiati i venticinque anni della Biblioteca nella sede rinnovata di Palazzo Racchetti. La nuova biblioteca fu inaugurata sabato 6 dicembre 1997, alla presenza dell’Assessore Regionale alla Cultura, Giampiero Leo, del Sindaco, Pierangelo Pitto e delle principali autorità del territorio.

Dopo un quarto di secolo rappresentavano l’Amministrazione Comunale: l’Assessore allo Sport e alla Scuola, Roberta Bonazzi, e Gaetano Amodio, Consigliere con delega allo Sport, alle Associazioni e al Mercato.

Gianfranco Astori – oggi Consigliere del Presidente della Repubblica per l’Informazione e alla partecipazione sociale Consiglieri del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che nel 1970, fu l’ultimo presidente del Consiglio di Valle e primo presidente del Comprensorio di Borgosesia, Deputato nella IX, X e XI legislatura repubblicana, ricoprendo l’incarico di sottosegretario di Stato al Ministero dei Beni culturali ed ambientali – promosse l’erogazione di un contributo di tre miliardi di lire per la ristrutturazione e la messa a norna di Palazzo Racchetti che divenne sede della Biblioteca Civica “Farinone-Centa”, arredata con un contributo regionale di trecento milioni. Non avendo potuto partecipare personalmente alla manifestazione, Astori ha inviato una lettera della quale riportiamo alcuni brani: “È un’ utile occasione per riflettere, quella di oggi. Che cosa connota la cultura di una comunità, ne custodisce, in qualche modo, la storia, contribuisce alla sua identità? La risposta è scontata, la troviamo nella sua biblioteca, che accumula saperi, storie, offre un patrimonio da utilizzare e studiare perchè ciascuno abbia l’opportunità di dotarsi di spirito critico. La biblioteca si caratterizza per i libri che raccoglie. Oggi è cambiato il supporto – non più cartaceo in molti casi – che permette la fruizione di opere dell’ingegno umano. Cambia qualcosa? No. Il libro è supporto della circolazione della cultura. Da cinquecento anni l’umanità si è abituata ad averlo per compagno ma le biblioteche pre-esistevano. Dunque ciò che le caratterizza è la raccolta del sapere. Per questo non verrà mai meno la loro funzione di preziosi pozzi ai quali attingere ammaestramenti dalle lezioni altrui e stimolare presso i giovani la loro curiosità e i loro talenti”.

Tiziano Ziglioli che nel 2007 ricopriva l’importante incarico di Assessore alla Cultura, non potendo essere presente, essendo impegnato nell’insegnamento, ha ribadito in un messaggio il suo legame con questa importante istituzione culturale: “Spero che sia andato tutto bene e soprattutto mi auguro che la biblioteca di Varallo in futuro possa vedere aumentate le proprie risorse, anche alla luce di un’attività così lunga ed intensa”.

La Biblioteca oggi guarda al futuro, rappresentato dagli utenti e dai ventisei nuovi nati a Varallo nel 2022. I genitori dei bimbi erano stati invitati dal Sindaco Architetto Pietro Bondetti, a partecipare a questo “compleanno” così speciale, per ricevere in omaggio dei libri scelti dalla Biblioteca Civica, per i bambini e anche per i genitori. Hanno aderito all’iniziativa Adele Scaravillo, Maria Vittoria Turlà, Vittorio Costa, Leda Pizzorno, Nicola Lorenzo Alongi, Chiara Criscuolo: i libri destinati agli altri bambini, raccolti in pacchetti personalizzati sono a disposizione in Biblioteca e potranno essere ritirati negli orari di apertura.

Il Presidente del Consiglio di Biblioteca Aristide Torri, guardando i bambini con le loro mamme, papà e nonne,  ha cercato di immaginare il loro avvenire, augurandosi che sia pieno di cultura, di libertà e  serenità: “In biblioteca questi bambini troveranno le loro radici, potranno trarne forza per affrontare in modo critico e consapevole il loro percorso di cittadini di Varallo e del mondo”.

Un ringraziamento particolare è stato rivolto ai preziosi volontari della Biblioteca che affiancano il personale nelle varie attività e collaborano al Progetto Inventario, coordinato da Paolo Garlanda, finalizzato al riordino e all’informatizzazione dell’intero patrimonio bibliografico.

Guarda tutto

Guarda altre notizie

Lascia il tuo commento

Back to top button