Notizie dal territorioVarallo

Varallo: il “Dantista” Simone Marchesi torna in città per approfondire i suoi studi

Il Professor Simone Marchesi, docente di Letteratura italiana presso la prestigiosa Università di Princeton ed italianista di fama internazionale, è stato a Varallo il 21 ottobre scorso per motivi di studio. Cogliendo l’occasione di un breve soggiorno italiano, essendo relatore d’eccezione all’importante Settimana di Studi danteschi a Palermo, ha deciso di tornare nella città dove era stato alla fine di luglio, appassionandosi all’arte e alla cultura valsesiane, apprezzando le meraviglie del Gran Teatro montano del Sacro Monte, accolto calorosamente dal Rettore Don Angelo Porzio, e le suggestioni artistiche e scientifiche di Palazzo dei Musei, grazie alla sapiente e generosa guida del Presidente della Società d’Incoraggiamento e di Conservazione, Dott. Mario Remogna.

Marchesi è attualmente impegnato in alcuni studi innovativi tra letteratura ed arte: il noto dantista sta conducendo un’indagine iconologica sull’arte di Dürer, nel contesto di una monografia: The Tower and The Garden, dedicata al trattamento del Paradiso Terrestre nella letteratura ed arte del Medioevo e primo Rinascimento europei. In questo affascinante contesto di ricerca, accolto dal Direttore Conservatore di Palazzo dei Musei, Paola Angeleri e da Donata Minonzio, storica dell’arte e Presidente della Società Valsesiana di Cultura, ha preso visione del Ciclo della Grande Passione (1510) e del Ciclo della Piccola Passione (1509-1511) custoditi presso il Gabinetto grafico della Pinacoteca. Come conferma del legame inaspettato, ma saldo e forte con le realtà culturali varallesi, nato dall’amicizia instaurata dal 2020 con lo studioso Gabriele Federici, dopo la lettura di un suo saggio dantesco – foscoliano, edito nel 2019 sulla rivista: Forum Italicum della Stony Brook University di New York, Marchesi ha donato un disegno di Carlo Lasinio (Treviso 1759 – Pisa 1838) acquistato da suo padre Pietro Marchesi, valente artista.

Prof Marchesi, Dott.sa Piera Mazzone

In Biblioteca Civica lo studioso è stato accolto con grande generosità e con spirito d’amicizia, e ha potuto consultare il Libro dei Misteri soffermandosi in modo particolare sui disegni e sulle planimetrie della Prima Cappella del Super Parietem, per ragioni iconografiche, connesse alla sua impegnativa ricerca. Marchesi ha anche preso visione di alcune preziose edizioni dantesche: dalla Commedia pubblicata dal Rolandi con il commento di Ugo Foscolo, all’edizione micrografata, pubblicata dal Cossovel a Gorizia, a quella in formato atlantico, appartenente al Fondo Rag. Giovanni Mittino, illustrata dal dantista Amos Nattini.

Quando tornerà in Italia, Marchesi ha promesso una conferenza incentrata sul canto di Ulisse, che certamente appassionerà l’uditorio.

Guarda tutto

Guarda altre notizie

Lascia il tuo commento

Back to top button