Presentazioni e convegni

Le frazioni di Alagna. Una nuova pubblicazione

Guida alle frazioni: itinerari escursionistici poco impegnativi, ricchi di storia e di arte

Martedì 2 gennaio, presso il teatro dell’Unione Alagnese, è stata presentata la pubblicazione: “Le frazioni di Alagna Valsesia: quattro passi tra arte e storia” promossa dallo Sportello Linguistico del Comune di Alagna e dal Lions Club Valsesia, con testi di Elisa e Donata Farinetti, ricerca iconografica, grafica e impaginazione di Paola Leonoris, acquerelli di Federica Giacobino.

Tra le numerose pubblicazioni dedicate ad Alagna fino ad oggi mancava un’agile guida alle frazioni, contenente itinerari escursionistici poco impegnativi, ma ricchi di storia e di arte. Elisa e Donata Farinetti hanno saputo realizzare un’opera di sintesi, racchiudendo in quindici schede la storia, le caratteristiche, le curiosità e le leggende di ciascuna frazione. Il cofanetto editoriale, chiuso da unpratico velcro, in due tasche contiene: la mappa di Alagna e delle sue frazioni – completata da alcune brevi note introduttive su questo insediamento walser costituito da diversi villaggi autonomi, ciascuno dei quali oltre alle case di abitazione comprendeva: l’oratorio, il mulino, il forno da pane, la fontana, con anche un accenno all’unicità dell’architettura delle case alagnesi – e le quindici schede: La frazione Giacomolo; La frazioneResiga; Le frazioni Riale Superiore ed Inferiore; da Riale Superiore a Piazza Grober; Alla Chiesa; La piazza degli alberghi; Dalla frazione Bonda alla frazione Ecco; Le frazioni Stiz, Casa Prati, Casa Porrazzo, e Montella; Le frazioni Rusa e Goreto; Le frazioni Piane, Dosso, e Wittine; La frazione Merletti; Le frazioni Uterio, San Nicolao e Pedemonte; Le frazioni Ronco, Ronco Superiore e Ponte; La frazione Pedelegno; Otro. L’opera è stata stampata dalla Tipolitografia di Borgosesia prestando particolare cura ed attenzione nella scelta del tipo di carta più adatto ad una consultazione itinerante e frequente, che non si sgualcisca e non trattenga le impronte. Si sta già pensando ad una traduzione in inglese dei testi e anche ad una audioguida scaricabile con una applicazione dal cellulare.

Adolfo Pascariello ha aperto la serata ringraziando il numeroso pubblico presente in sala, e dando la parola a coloro che hanno reso possibile questa nuova pubblicazione: il Sindaco di Alagna, Roberto Veggi, che ha ricordato la recente riunione a Roma presso la sede UNESCO, per preparare la candidatura della Cultura Walser nel patrimonio dell’umanità: “Alagna e le sue frazioni potrebbero essere comprese tra i beni materiali protetti dall’UNESCOe questa agile guida ne facilita la conoscenza”, l’ingegner Paolo Raffredi, PastPresidentLions Club Valsesia, in rappresentanza del Presidente Sergio Caneparo, vittima dei malanni di stagione, ha sottolineato lo spirito del Club di servizio, sintetizzato nel motto “We server”, “noi serviamo”, nel quale rientra a pieno titolo questa nuova pubblicazione, illustrataattraverso una presentazione in Power Point, realizzata da Paola Leonoris e puntualmente commentata dallo stesso Adolfo Pascariello. Al termine un rinfresco è stata l’occasione per lo scambio degli auguri ed un colloquio con le due autrici delle schede: le sorelle Elisa e Donata Farinetti.

P.M.

Commenta

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker