Warning: Use of undefined constant full - assumed 'full' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /web/htdocs/www.eventivalsesia.info/home/wp-content/plugins/rss-post-importer/app/classes/front/class-rss-pi-front.php on line 205

Warning: Use of undefined constant full - assumed 'full' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /web/htdocs/www.eventivalsesia.info/home/wp-content/plugins/rss-post-importer/app/classes/front/class-rss-pi-front.php on line 258
Cosa visitareValsesia

Sacro Monte di Varallo Sesia

Oggi ti parlo di un sito in Valsesia, tra i più antichi e ricchi di arte: Il Sacro Monte di Varallo Sesia, da qualche anno anche patrimonio UNESCO.

E’ sicuramente uno dei più belli in Italia, oltre che il più antico del Piemonte; quasi due secoli, ci sono voluti per creare questo luogo di pace e culto.

Posto a 600 metri di altezza, proprio sopra la città di Varallo, il Sacro Monte, la domina dall’alto e per questa ragione è anche un ottimo punto panoramico sulla vallata.

Veduta di Varallo dal Sacro Monte, foto di Marco Bovolenta fotografo

Fu costruito verso la fine del XV secolo, per volere di Bernardino Caimi, un frate francescano mandato dall’allora Pontefice Sisto IV in Palestina in qualità di Commissario dei luoghi di Terra Santa che al suo ritorno in Italia, cercò un luogo dove riproporre i luoghi e la vita di Gesù, oltre che per dare anche a chi in Palestina non si poteva recare, la possibilità di vederli; fu così che scelse Varallo e trovando ben disposti i Varallesi ad assecondare questa idea, si rivolse al Papa Innocenzo, che nel frattempo era succeduto a Sisto IV, il quale gli diede la facoltà di costruire un convento francescano in Varallo ed un Santuario.

Durante l’inizio dei lavori di costruzione del Convento, il Caimi dovette tornare in Palestina, come custode del Santo Sepolcro ed al suo ritorno, portò con sé i disegni del Santuario che voleva costruire ed è proprio il 7 Ottobre 1491 che Emiliano Scarognini, pose la prima pietra di fondazione del Sacro Monte di Varallo, nel frattempo erano stati costruiti sia la Chiesa di Santa Maria delle Grazie che il Convento.

Sacro Monte di Varallo Sesia, foto di Marco Bovolenta fotografo Varallo

Alla morte del Caimi, avvenuta nel 1509, la fama del Sacro Monte era già diffusa in tutto il nord Italia ed attirava numerosi visitatori, che con le loro offerte, permisero la costruzione di molte cappelle, fu poi Candido Ranzio che succeduto al Caimi, fece terminare numerose cappelle e cominciare delle altre, tra le quali quella della Crocifissione, dove il Ferrari poté esprimere il suo grande talento.

Cappella della Crocifissione foto di Marco Bovolenta fotografo Varallo

Costruzioni rurali che rappresentano piccole chiesette tipiche di montagna, fanno da cornice alle tante opere d’arte in esse custodite.

Sacro Monte di Varallo

Nelle foto sottostanti, puoi vedere il complesso di Betlemme, che ha di recente subito un’opera di restauro.

Complesso di Betlemme
Complesso di Betlemme
Complesso di Betlemme
Complesso di Betlemme

Dopo un periodo di rallentamenti, dovuto alla mancanza di fondi per via delle guerre di quel periodo, i lavori ripresero solo verso il 1570 per volere dell’Arcivescovo di Milano Carlo Borromeo e dopo vari avvicendamenti e preziosi contributi dai facoltosi dell’epoca, il Sacro Monte di Varallo divenne splendido e maestoso come lo puoi ammirare oggi.

Se vuoi conoscere tutta la storia nel dettaglio clicca qui.

Il Sacro Monte di Varallo Sesia è composto da una quarantina di cappelle, al cui interno sono custodite circa 400 statue a grandezza naturale e molti affreschi, dove si contano circa 4000 figure, inoltre palazzi, piazze, una basilica, giardini, completano il maestoso complesso.

Sacro Monte di Varallo Sesia, foto di Marco Bovolenta fotografo Varallo
Sacro Monte foto di Marco Bovolenta fotografo Varallo

Impressionati sono le opere di Gaudenzio Ferrari che è stato uno dei più importanti artisti ad operare in questo Sacro Monte, scultore e pittore, fu lui a lavorare alla cappella della Crocifissione, alle statue dell’ Annunciazione, al Presepe, all’Adorazione dei Pastori, alla cappella dei Magi.

Le

sue opere, sono particolarmente apprezzate, sia per la tecnica sia per la grande espressività dei visi dei personaggi, tutto è raffigurato in modo molto naturale e le scene sono piene di personaggi della vita di quel tempo, rendendo così l’insieme, molto reale.

Molti altri scultori e pittori (circa un’ottantina) lavorarono nel corso degli anni, alla realizzazione del Sacro Monte di Varallo, alcuni di loro furono:

Antonio d’Enrico, detto il Tanzio da Varallo, Giovanni d’Enrico, Melchiorre d’Enrico, Dionigi Bussola, Pier Francesco Mazzucchelli, Pier Francesco Gianoli, Giulio Cesare Luini, Cristoforo Martinolio (Il Rocca), Antonio Orgiazzi, Fratelli Montaldi, Gaudenzio Soldo, Michele Prestinari, Giacomo Ferro, Giuseppe Arrigoni.

Cappella Sacro Monte di Varallo foto di Marco Bovolenta
Cappella Sacro Monte di Varallo foto di Marco Bovolenta fotografo

All’interno di questo complesso, trova spazio la bellissima Basilica dell’Assunta, iniziata a costruire alla fine del 1400, in quello che ora è la l’Albergo Casa del Pellegrino, venne poi ricostruita accanto verso il 1600 su disegni di: Bartolomeo Ravelli e di Giovanni d’Enrico, circa cento anni ci vollero per completarla.

Basilica dell’Assunta Sacro Monte di Varallo

La Basilica, in stile prevalentemente barocco, è dedicata alla Vergine Maria. Al suo interno puoi ammirare opere pittoriche e scultoree di grande valore artistico, come le 142 statue di Dionigi Bussola e Giambattista Volpino; la navata è opera di Francesco Leva; i pulpiti sono di Giovanni Longhetti da Morondo; la bussola di Carlo Francione; i quadri della Via Crucis di Emilio Contini; l’altare maggiore è circondato da una tribuna di marmi con sei colonnine corinzie di marmo verde di Cilimo e che oltre a fare da ornamento, nascondono il passaggio per lo scurolo sottostante che da qui, riceve luce naturale.

La Basilica è inoltre composta da sei cappelle laterali.

Interno Basilica dell’Assunta Sacro Monte di Varallo
Interno Basilica dell’Assunta Sacro Monte di Varallo
Madonna dormiente al Sacro Monte di Varallo

Lo sapevi che nel 1984 il Sacro Monte di Varallo, fu visitato dall’allora Papa Giovanni Paolo II?

Varallo fu in quei due giorni, meta di migliaia e migliaia di pellegrini, venuti fin qui da tutta Italia ma non solo.
In quell’occasione il Papa, arrivato in tarda serata al Sacro Monte, durante la processione della via crucis portò per un breve tratto, la croce che San Carlo Borromeo, trasportò durante una processione a Milano nel lontano 1576; si dice che un chiodo di questa croce sia stato veramente usato per crocifiggere Gesù.

Qui sotto la targa in suo ricordo.

Per raggiungere il Sacro Monte, puoi usare l’auto, ci sono infatti parcheggi a pagamento sia per auto che pullman, oppure a piedi salendo per l’antico percorso ciottolato che inizia nei pressi della Chiesa Madonna delle Grazie, infine sempre da qui, utilizzando la Funivia (la più ripida d’Europa).

Salita al Sacro Monte di Varallo Sesia
Funivia Sacro Monte di Varallo, foto credit ICCD

Qui i Costi della funivia:

Andata/ritorno € 5,00 a persona, per i gruppi € 4,00 (gratuito per bambini fino a 6 anni)

Orario estivo (ora legale): dalle 9,00 alle 18,00 il sabato e festivi dalle 9,00 alle 19,00

Orario invernale (ora solare): dalle 9,00 alle 17,00 sia feriale che festivo


Se sei interessato ad una visita guidata, la “Casa delle Guide” del Sacro Monte è a tua disposizione. Chiama il numero +39 377.46.54.982 oppure via mail: guidesacromontevarallo@gmail.com

Molto suggestive sono le visite guidate notturne!

VIsite guidate notturne foto credit Carlo Pozzoni e Casa delle Guide Sacro Monte Varallo

Questo articolo, non ha lo scopo di approfondimento ma semplicemente dare brevi indicazioni su quello che puoi vedere presso il Sacro Monte di Varallo.

Tutti gli approfondimenti li puoi trovare sul sito ufficiale del Sacro Monte di Varallo

Tags
Guarda tutto

Commenta

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker