Spazio ai lettori

Gattera: in ricordo di Luciana Tosin e Vittorio Bovolenta

La piccola Comunità di Gattera ha perso, quasi contemporaneamente, due persone: Vittorio Bovolenta, di ottantasette anni, scomparso a pochi mesi dalla sorella Ergila, morta nell’agosto 2021.

Lo ricordo in movimento, a piedi, o in bicicletta, sempre di buonumore, cordiale e sorridente. Da qualche mese le sue condizioni di salute erano peggiorate tanto da costringerlo al ricovero presso la Casa di Riposo di Crevacuore. Vittorio aveva ottantasette anni e lascia le sorelle Nandina, Gisella e Santina, e il fratello Angelo.

Luciana Tosin aveva ottant’anni, era vedova di Sergio Mazzone, per qualche tempo si era trasferita nella casa che si affaccia sulla piazza della chiesa di Gattera per accudire l’anziana mamma Orelia, poi, dopo un periodo trascorso con il figlio Cristian, era tornata nella casa di famiglia. Anche per lei la salute era andata declinando: ai problemi di deambulazione si sono sommate complicazioni che ne avevano determinato il ricovero in ospedale e la morte. Lascia i figli Cristian e Rossana, la sorella Liliana e le cognate Rita e Mariuccia. La nipotina Adele nel breve volgere di poco più di un anno ha perso entrambe le nonne: Giuseppina e Luciana, una donna forte, attiva, sempre pronta a dare una mano e a partecipare della vita della Comunità.

Le persone in un paese sono il tessuto connettivo, danno un’impronta ai luoghi, hanno dietro storie che arrivano da lontano: per chi, come me, è sempre vissuta in una frazione, passando in bicicletta, per andare in paese, salutare era buona educazione e ho mantenuto questa abitudine, ma il cerchio si sta stringendo, quella che era una rassicurante “coperta di Linus”, mostra ormai vistosi trappi, non risarcibili, ma resta solida la trama dei ricordi di anni felici.

Piera Mazzone

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button