Pensieri e riflessioni di Giovanna SpitaleriSpazio ai lettori

“Presepe attuale”, Poesia di Giovanna Spitaleri

Per la rubrica “Pensieri e riflessioni” di Giovanna Spitaleri, questa settimana l’autrice ci invia una poesia dedicata al Presepe, non come siamo abituati a vederlo ma un “Presepe attuale” toccato anch’esso dalla “difficile situazione” che stiamo attraversando in questi anni.

Presepe attuale

Forse questo mondo non ha più nulla di sano, i ricordi ci tormentano del passato .
Rimpianti oltre tempi.
Uscire nel nulla scontato,
a prendere una boccata d’aria.
Arginate le feste e la libertà di scelta.
Gente che va alla deriva senza prendere cognizione della causa.
Liberi da un grembo colmo d’amore che ci solleva nel cuore di chi ci ama
Gesù il nostro redentore.
A piacimento lo fanno ritrovare nella capanna di un quirinale dove la gente non porta i doni,
ma li prende nelle tasche dei poveri pastorelli.
Maria nella solitudine del parto dove annuncia l’evento serafica avvolge il bambinello nella
culla del mondo.
Perenne Giuseppe canta tu scendi dalle stelle , ma la gente non crede più alle stelle.
Vive nelle stalle mentre i governatori abitano negli alberghi con tripudi di stelle.
I re Magi che portano vaccini mascherini e disinfettanti nascosti nelle tasche dei cammelli.
Un presepe attuale che non si ferma , ancora una volta il re Erode vuole uccidere tutti i
bambini innocenti e vorrebbe fare la strage di quei tempi.
L’ipocrisia prende il sopravvento in un creato reso perfetto dalla nascita di un grande re
“Gesù”.
Anche se i governanti sporcano la gente con i lavaggi di mente.
Mentre gli angeli cantano soave nell’immenso cielo senza staccare la magia, Dio prende
nota con giustizia di Coloro che bramano il sangue degli innocenti.
Virologi incantatori pieni di soldi e ammilantatori senza cuori.
Che ne sarà di noi Signore?
Illumina le menti dei governatori, e fa sì che nessuna vita di Cristiani ci rimette.
Ascoltaci o Signore.

©Giovanna Spitaleri

Guarda tutto

Lascia il tuo commento

Back to top button