Pensieri e riflessioni di Giovanna SpitaleriSpazio ai lettori

“Tienimi la mano” di Giovanna Spitaleri

Per la rubrica spazio ai lettori “Pensieri e riflessioni di Giovanna Spitaleri” pubblichiamo questa poesia.

<<Dedicata a mia sorella, e ai miei nipoti che hanno perso il Padre, Alfio. Giorno 3 agosto ha lasciato questa terra per andare alla casa del Padre.>> (Giovanna Spitaleri)

Tienimi la mano

Tienimi la mano, la paura si aggroviglia e si contorce all’ombra della morte.

L’onda s’innalza come una marea, poi cade nel baratro della malinconia.

Tienimi la mano, la vita ci vuole ubriacare di un calice amaro.

Vola un grammo di
solitudine poi diventa
Sofferenza.

La mano stringe gli ultimi istanti di vita, poi si chiude il sipario.

Voli nell’aria dove il respiro adesso , è tutto il tuo universo.

Adesso la mano stringe
il cuore di una luce perenne.

Giovanna Spitaleri®

Guarda tutto
Gadget firmati Eventi Valsesia

Lascia il tuo commento

Back to top button