CuriositàValsesia

Il fungo dell’inverno

Pleurotus Ostreatus

Magari lo conosci già o forse ne hai sentito parlare, ad ogni modo in questo articolo, ti presento un fungo commestibile, dalle ottime proprietà benefiche e di gradevole sapore, che ama il freddo.

E’ il “Pleurotus Ostreatus” anche detto, “Fungo orecchione” o “Fungo Ostrica”.

Questo fungo cresce molto bene nei climi freddi e quindi lo trovi facilmente in questo periodo dell’anno e a differenza di quasi tutti gli altri funghi, non cresce per terra bensì sugli alberi.

Infatti, lo puoi trovare a colonie fittissime sui tronchi oppure anche isolato e sembrano delle piccole orecchie appiccicate tra di loro.

Ceppo di funghi Pleurotus Ostreatus o Gelone foto di Massimiliano Vivaldi

E’ un fungo “saprofita” cioè non attacca gli alberi ma concorre alla decomposizione di quelli morti, inoltre è un fungo “carnivoro”, il suo micelio infatti può attaccare, uccidere e digerire alcuni vermi microscopici detti nematodi, che possono trovarsi sotto le cortecce in disgregazione.

Il suo habitat ideale è un pò ovunque sul pianeta, ad esclusione di certe zone temperate e sub tropicali, oltre che sulle coste del Pacifico del Nord America.

Gli alberi dove trova migliori condizioni per vivere sono: il Pioppo selvatico, il Pioppo bianco o coltivato, il Pioppo tremulo o Nero, Salici, Olmi e più raramente Querce, Aceri, Platani.

In Italia ha molti nomi dialettali, ti cito solo quelli di Piemonte e Lombardia ma se vuoi sapere come viene chiamato nel resto della penisola, clicca QUI per leggere l’articolo completo sul “Pleurotus Ostreatus” che Angelo Giovinazzo ha scritto nel suo blog.

  • Piemonte è detto: Orcilleties, Cresta d’ gal, Urgêla, Auriun
  • Lombardia è detto: Bortolàn, Carnetta, Ciaccer, Orgel, Founs de nebia, Fons de nebbia, Perùna, Ciaciar, Orège, Peerune, Peerune de albera, Minine, Mignine, Garganèle,

Quando si può trovare questo fungo?

Come detto in precedenza è un fungo tipicamente invernale, quindi appena cominciano i primi freddi invernali, fino all’inizio della primavera con l’arrivo dei primi caldi. Il Pleurotus Ostreatus è anche chiamato “Gelone” o “Funfo delle nebbie”,  perché quando in pieno inverno cominciano le nebbie, che producono quelle leggere pioggerelline nebulizzate, oppure quando arrivano piogge abbondanti o si sono da poco sciolte le nevi, sono i momenti migliori per cercarlo.

Pleurotus Ostreatus, foto di Alessandro Panther

Se fa molto freddo, cerca dove grosse cortecce, si sono già staccate dall’albero offrendo un buon riparo dai venti gelidi o comunque, dal lato opposto rispetto ai freddi venti dominanti. Se fa Scirocco, cercali sul lato più esposto all’umido vento di mare.

Il Pleurotus Ostreatus, è un fungo dalle incredibili qualità. Infatti alcune sue sostanze, sembra che aiutano a rafforzare il sistema immunitario, fungono da antinfiammatorio, favoriscono l’anti-aggregazione delle piastrine ed hanno effetti antiossidanti.

<le informazioni riportate in questo articolo, non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico>

Se vuoi sapere di più riguardo a questo fungo, ti invito a leggere QUI l’articolo di Angelo Giovinazzo, che nel suo blog, ha fatto come sempre un’attenta analisi, aggiungendo interessanti curiosità ed informazioni.

Ti anticipo solo questa curiosità che arriva dagli Stati Uniti d’America: il Micelio del Pleurotus Ostreatus coltivato, è stato efficacemente usato per produrre un isolante naturale alternativo alle plastiche. FANTASTICO aggiungo io!!

 (informazioni prese dal blog Trivero-Italy.com)
Tags

Commenta

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker