Info utiliNotizie dal territorioSpazio ai lettoriValsesia

Le meraviglie della Valsesia.

Terra di eccellenze: naturalistiche, artistiche, paesaggistiche, artigiane.

In questa zona dell’Alto Piemonte tra le province di Vercelli e Novara, a pochi chilometri dai Laghi d’Orta e Maggiore, e a meno di due ore d’auto da Milano e Torino, non mancano di certo le attrazioni per meritare una visita, almeno una volta.

E’ stata definita la Valle più verde d’Italia e questo lo si può ben notare sin dai sui primi chilometri, da Gattinara o Romagnano, dove le colline ricoperte da vigneti fanno da ouverture a paesi e paesaggi circondati da una natura rigogliosa. La Valsesia parte infatti dai 263 metri di Gattinara e 268 di Romagnano Sesia, per arrivare ai 4559 mt della Punta Gnifetti sul Monte Rosa, dove si trova la Capanna Regina Margherita. E’ attraversata dal fiume Sesia, uno dei fiumi più importanti del Piemonte, che nasce dal ghiacciaio del Monte Rosa, alimentato inoltre dalle torrentizie acque delle valli minori.

Ovunque lo sguardo si posa, la natura è sempre protagonista.

VALSESIA! UNA VALLE DA VIVERE!

Sono tre le città più importanti: Varallo (città d’arte), Borgosesia (città commerciale e di servizi), Gattinara (città del Vino). Queste, insieme agli altri 26 Comuni contano in tutto circa 52.000 abitanti. La Valsesia è l’ideale per chi ama la natura, l’arte e lo sport all’aria aperta. Tutto infatti ruota intorno a queste tre cose.

Una menzione d’onore la merita Alagna Valsesia, Comune dall’antica tradizione Walser e polo turistico più importante della Valsesia. Inoltre, uno dei 7 borghi piemontesi ad aver ottenuto il primato come località turistica con il miglior rapporto tra offerta culturale e impatto ambientale. La località si trova proprio ai piedi del maestoso Monte Rosa.

MA COSA NON PUOI PERDERTI DELLA VALSESIA?

Beh, se ti piacciono le vacanze dinamiche o comunque pratichi sport all’aria aperta, qui puoi fare quasi tutto: rafting, kajak, canoa, canyoing, pesca ecc. nel fiume Sesia o nei suoi affluenti;  passeggiate e facili escursioni a piedi o in mtb immersi nella natura, dai vigneti, ai dintorni dei paesi o sulle montagne, lungo i sentieri dell’arte o quelli della fede; trekking più impegnativi ed ascensioni sul Monte Rosa; arrampicate su roccia di varie difficoltà e con pareti attrezzate sparse su tutto il territorio; voli in parapendio; trekking con gli asini; la pesca sportiva; percorsi per e-bike e mtb; fun BOB , Pend’Olen l’adrenalinico lancio con elastico ai piedi del Monte Rosa; IN INVERNO regno dello sci, sia in pista che fuori pista, oppure di fondo o con le ciaspole nei comprensori di Monterosa 2000 ad Alagna e Mera, oppure sulle piste di Riva Valdobbia, Carcoforo, Fobello.

Come puoi vedere le possibilità di divertimento e sport sono davvero tante, soprattutto immerso in paesaggi dalla natura incontaminata.

Se invece desideri vivere un’esperienza più tranquilla, che ti permetta di conoscere più da vicino le bellezze artistiche, storiche e la cultura della valle, anche in questo caso avrai l’imbarazzo della scelta.

Valsesia. Natura, arte e tradizioni.
Diamo un pò di numeri!

21 Musei:
da Gattinara e Romagnano sino ad arrivare alla fr. Pedemonte di Alagna. Luoghi in cui scoprire la storia, la tradizione, osservando da vicino oggetti d’uso quotidiano e di vere e proprie opere d’arte, come il Puncetto Valsesiano (in lista per diventare Patrimonio dell’Umanità). Sono tutti musei meritevoli di visita ma una menzione particolare la vogliamo fare per Palazzo dei Musei di Varallo Sesia, dove vi attende una raccolta incredibile di circa 3300 opere d’arte di pittori e scultori dal rinascimento all’800, tra i quali il Gaudenzio Ferrari, il Tanzio da Varallo, Pier Francesco Gianoli, ed il Museo Calderini con le sue ricche collezioni naturalistiche, archeologiche, umanistiche.

2 Sacri Monti:
uno a Varallo Sesia, il più antico del Piemonte, nonchè Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Qui sfidiamo chiunque a non rimanere folgorati dalla bellezza di questo luogo. Centinaia di opere d’arte racchiuse nelle sue 44 cappelle, una Basilica dedicata alla Vergine Maria, anch’essa ricca d’arte, splendidi giardini, vista panoramica su Varallo e parte della valle. E’ raggiungibile a piedi attraverso una comoda mulattiera, che parte nei pressi della partenza della FUNIVIA del Sacro Monte, (la più ripida d’Europa), oppure in auto.

⇒SUGGERIMENTO:
Vivere questo genere di esperienze, facendosi accompagnare da una guida abilitata, arricchirà notevolmente la tua sete di conoscenza e avventura. Prendi in seria considerazione questo suggerimento, soprattutto per luoghi che non conosci affatto ma anche in quelli dove ti è già capitato di andare, perchè ti assicuriamo che saranno molte, le cose che scoprirai di non sapere!

Se vuoi qualche suggerimento, su chi contattare, scrivici e saremo felici di segnalarti le guide più idonee alle tue esigenze: eventivalsesia@gmail.com

L’altro Sacro Monte si trova in zona Montrigone di Borgosesia, dove sulla sua cima si erge il Santuario di Sant’Anna. Anche se meno noto e più piccolo, è pur sempre interessante e con una bella vista sulla città. Fa parte dei Sacri Monti prealpini e risale al XIV Secolo, ci si arriva anche a piedi, attraverso una breve via Crucis raccontata da 14 cappellette, i cui affreschi del pittore valsesiano Lorenzo Peracino, sono quasi del tutto sbiaditi dal tempo, tranne alcuni ancora ben visibili. All’esterno del Santuario si trovano alcune nicchie scavate nella roccia, con le scene di Cristo Morto, Maddalena Penitente e San Giovanni Battista.

2 Parchi Naturali:
il Parco Naturale Alta Valsesia (il più alto d’Europa) e il Parco Naturale del Monte Fenera. Qui la natura e la fauna regnano sovrane! Chilometri di aree protette, dove potete immergervi in splendide escursioni tra le più belle montagne della Valsesia, osservando anche da vicino, magnifici esemplari di stambecchi, camosci, marmotte, caprioli, donnole, martore, inoltre una ricchissima avifauna. Da sottolineare che nelle grotte del Monte Fenera, oggetto di studio da parte di un gruppo di archeologi, sono state ritrovate, insieme ad altri numerosi reperti, alcune ossa attribuibili all’uomo di Neanderthal. I ritrovamenti degli scavi contribuiscono all’esposizione del Museo di Paleontologia e Archeologia Carlo Conti, nella città di Borgosesia.

1 Supervulcano:
già hai letto bene! Infatti, parte della Valsesia, si trova sopra ad un supervulcano riconducibile a oltre 300 milioni di anni fa! Una scoperta davvero incredibile, che coinvolge studiosi provenienti da tutto il mondo e che da pochi anni ha permesso di entrare a far parte dell’Unesco Global Geopark. L’area del Supervulano si estende dalla Svizzera al Monte Rosa, passando per il lago Maggiore. Nel sito ufficiale del Sesia Val Grande Geopark potete leggere molte informazioni a riguardo.

Ma c’è dell’altro..

Abbiamo il Massiccio Montuoso più esteso delle Alpi:

IL MONTE ROSA semplicemente unico e stupendo. Meta ogni anno di migliaia di escursionisti da tutto il mondo!

Abbiamo Decine di Chiese ed anche monumenti Nazionali, tra i quali la Chiesa di San Marco e la splendida Chiesa di Santa Maria delle Grazie a Varallo Sesia, in quest’ultima, al suo interno si trova la superba parete  Gaudenziana.

Luoghi di culto ma anche di grande ricchezza artistica!

Speriamo di averti dato sufficienti motivi per venire a visitare la Valsesia oppure ad apprezzarla ancora di più se già ci vivi, perchè molto spesso, si danno per scontate le cose che abbiamo quotidianamente a disposizione, senza renderci conto del grande valore che possono avere e di quante emozioni possono ancora regalarci, se solo le sappiamo osservare con occhi diversi.

Guarda tutto
Gadget firmati Eventi Valsesia

Lascia il tuo commento

Back to top button