Valsesia

Un nuovo servizio web per le biblioteche valsesiane

Da lunedì 1 aprile la Biblioteca di Varallo è accessibile anche su Web al sito: ww.bibliotechevalsesia.erasmo.it

quindi gli Utenti possono vedere da casa la disponibilità dei volumi catalogati informaticamente (che per il momento sono circa sessantamila, mentre l’intero patrimonio bibliografico supera le120.000 unità).

La biblioteca molti anni fa aveva avviato il progetto di informatizzazione del patrimonio librario con il programma Biblios, che allora era stato adottato dalle biblioteche di Borgosesia, Serravalle, Grignasco, Prato, Gattinara, Romagnano e al presente non più utilizzabile per mancanza di assistenza. Silvio Brentazzoli, che lavora all’Ufficio Ragioneria del Comune ed è membro del Consiglio di Biblioteca, ha lavorato nel selezionare le offerte pervenute e organizzare gli incontri dimostrativi in Biblioteca a Varallo, ai quali hanno partecipato anche rappresentanti delle Biblioteche del territorio.

Il programma ErasmoNET, elaborato dal CS S.r.l. di Collegno, permette di catalogare le nuove accessioni e di renderle disponibili tramite web agli Utenti e alle altre Biblioteche, consente una gestione dei prestiti, dei rientri e delle prenotazioni dei volumi in modo facile e veloce, rende possibile la visualizzazione dell’intero patrimonio librario catalogato, con ricerche incrociate per titolo, autore, soggetto, collocazione, classificazione e altri filtri.

Sono stati introdotti due lettori laser che permettono di riconoscere i libri dal Codice a barre ISBN, del quale tutti i libri moderni sono provvisti: uno verrà utilizzato per i prestiti e il secondo per la catalogazione.

Tutto il materiale bibliografico che era stato informatizzato è stato ora riversato nel nuovo programma, che viene attualmente utilizzato dalle biblioteche del BANT, Biblioteche Associate Novarese e Ticino, e sarà prossimamente condiviso dalle altre Biblioteche valsesiane.

Fondamentale per il caricamento dei dati e per l’attivazione delle nuove modalità di catalogazione e di prestito, è stato il ruolo di coordinamento svolto da Paolo Garlanda, volontario operante presso la Biblioteca, programmatore informatico dal lontano 1974, che, “parlando la stessa lingua”, è diventato tramite di collegamento con i tecnici della Ditta e dopo i corsi di formazione on-line, ha fatto dei corsi interni personalizzati, indirizzati agli altri volontari: specifici per chi si occupa di catalogazione e per coloro che fanno i prestiti librari e ricevono le restituzioni.

 

 

 

 

Tags

Commenta

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker