Reportage eventi

Varallo Sesia: Concerto di Santa Cecilia

Sabato 17 novembre il tradizionale Concerto di Santa Cecilia al Teatro civico di Varallo è stato davvero speciale: la Banda Musicale Città di Varallo ha chiuso un anno importante: il duecentesimo compleanno.

Prima del concerto il Presidente Mario Dealberto, giunto alla fine del suo mandato biennale, ha ricordato i momenti salienti dei festeggiamenti, tutti accolti da un pubblico numeroso e partecipe: “Quarantun prestazioni, quarantacinque prove per un organico che è arrivato a quarantanove presenze: abbiamo sempre cercato di dare il massimo e io, di dare il buon esempio. Il libro, che è stato presentato la settimana scorsa in Biblioteca, ora è a disposizione di tutti: vi invito a tuffarvi tra le pagine per riscoprire due secoli di storia di una Banda che è tra le più longeve della provincia di Vercelli e del Piemonte”.

I musici in tenuta di gala, diretti dall’impeccabile Maestro, Dario Colombo, hanno iniziato il concerto con l’Inno: “Città di Varallo”, composto dal Maestro Brignola, seguito dalla travolgente: “Marcia del Bicentenario”, composta da Dario Colombo. In un concerto di gala non poteva mancare la “Sinfonia del Nabucco”, con solista al flauto traverso Giulia Costadone. Poiché nel 2018 si ricorda il centenario della fine della Prima Guerra Mondiale, la Banda ha suonato: “La grande guerra”, una Fantasia di canti armonizzati da Michele Mangani. Ha concluso la prima parte del concerto il “Silenzio fuori Ordinanza”, con solisti alle trombe: Andrea Dealberto e Enrico Gianello, accompagnati dalla lettura di una poesia di Mario Tancredi Rossi, l’eroe valsesiano caduto sull’Ortigara.

Il Maestro Colombo nell’intervallo ha invitato sul palco tutti gli allievi del Corso di orientamento musicale bandistico e sono state premiate con una pergamena Sara Moretti e Pontarelli Fabiana.

Molto applaudite le premiazioni degli anniversari delle presenze in Banda: per i quindici anni Michele Colombo, per i venticinque: Maurizio Botta, Maffioli Fabio, per i trentacinque: Andrea Dealberto, Michele Moretti, Dario Colombo, Ornella Marello, per i sessanta: Riccardo Dealberto. Silvia Uffredi, che ha suonato per venticinque anni, ed è stata Presidente, è stata nominata Presidente Onorario.

Aurora ed Enrico Fossati in memoria del nonno, l’indimenticabile Maestro Brignola, hanno premiato con un quadro contenente lo spartito musicale di “Excelsior Valsesiano”, l’allievo Giulio Ragozzi, che si è distinto per l’impegno profuso costantemente e la frequenza assidua alle prove ed ai servizi.

In questo anno particolare Mario Dealberto ha voluto

ricordare i vecchi maestri:Michele Brignola, Giovanni Bertagnolio e Enrico Dealberto, consegnando un diploma e la clips del Bicentenario. Enzo Dealberto ha letto una poesia in italiano composta per questa occasione unica.

Il libro del Bicentenario è stato consegnato al Sindaco di Varallo, Eraldo Botta e a Piera Mazzone, Direttore della Biblioteca Civica “Farinone-Centa”, per l’aiuto e la vicinanza alla Banda, sottolineati anche con un omaggio floreale e con la clips del Bicentenario.

La seconda parte del concerto si è aperta con “Risveglio” del Maestro Luigi Costadone, seguito dalla colonna sonora di Braveheart, il film vincitore di cinque Oscar nel 1996, con inseriti alcuni interventi musicali della cornamusa, suonata dall’Ospite d’Onore, Maria Chiara Demagistri; da “Looking in youeyes”, un brano composto dal Maestro Colombo, dedicato alla moglie Ornella, con tromba solista: Andrea Dealberto, si è poi passati ad “assaggi” musicali dalla Spagna con Tapas de cocina: Michele Moretti, solista al clarinetto.

Il Maestro Colombo ha presentato al pubblico Michele Zanino e Isaac Sassi i due percussionisti: “Che non si vedono mai, perché sono dietro, ma fanno davvero il loro dovere” Dopo “Original Dixieland Concerto”, con solisti Michele Moretti e Claudio Martinetti, alla batteria Michele Colombo, al trombone Alessandro Benso.

Prima di concludere il concertoMario Dealberto ha ringraziato il pubblico generosissimo di applausi durante tutta la serata, il Maestro e tutti i musici, chiamando sul palco Maria Chiara Demagistri e tutti coloro che hanno collaborato con la Banda: Giulia Vitiello e Leonarda Costa, cantanti soliste al concerto dell’Incoronata, Leon Ebiyi-onie sua figlia Françoise, Giulio Brentazzoli, ricordando anche Mattia Pedretti e Gianni Zanolo, timpanista che oggi costruisce eccezionali mazzette da timpani che hanno varcato l’oceano. Giulia Vitiello ha omaggiato Mario con un angioletto che lo protegga: “Sono felice di aver avuto l’opportunità di conoscervi e di collaborare: siete grandiosi, vi auguro di crescere sempre di più”.

Il Maestro Colombo ha ricordato che: “La Banda è un’esperienza straordinaria, che solo chi è dentro può comprendere fino in fondo. Musica per amare, sognare, soffrire: questa è la musica che vogliamo continuare a fare”. Dopo l’Inno a Santa Cecilia, composto dal Maestro Colombo, c’è stato un intervento di Don Roberto, che si è chiesto cosa sarebbe Varallo senza la sua Banda,e l’atteso bis: We are the Champions, perché la Banda è davvero il campione di questi duecento anni.

 

Guarda tutto

Commenta

Close