BielleseEventi dintorni Valsesia

Il Rinascimento a Biella

Sebastiano Ferrero e i suoi figli

Dal 19 aprile al 18 agosto 2019 si terrà a Biella la mostraIl Rinascimento a Biella. Sebastiano Ferrero e i suoi figli. 1519 – 2019 a cura del professor Mauro Natale.

L’esposizione si propone di illustrare la ricchezza culturale e figurativa della città di Biella e del suo territorio in un percorso che si snoda dal Quattrocento al Cinquecento.

La mostra si terrà nella splendida cornice storica di Biella Piazzo, nei due complessi di Palazzo Ferrero e Palazzo La Marmora e coinvolgerà anche il Museo del Territorio Biellese a Biella Piano, valorizzando così l’antico legame tra il Piazzo e il Piano di Biella, che ha le sue radici proprio nel Rinascimento.

Al Museo del Territorio Biellese, nel chiostro di San Sebastiano, saranno visibili tutte insieme per la prima volta, dopo diversi secoli, opere d’arte delle quali furono committenti Sebastiano Ferrero, i suoi fratelli, i suoi figli e nipoti; queste nel corso del tempo sono state trasferite fuori dal Biellese e sono oggi in importanti collezioni pubbliche e private italiane e straniere.

A Palazzo La Marmora, invece, sarà allestito un percorso storico con documenti originali, audiovisivi e pannelli per narrare la vita di Sebastiano Ferrero, fondatore delle fortune della famiglia e protagonista di una straordinaria carriera politica in ambito italiano ed europeo. Infine a Palazzo Ferrero saranno presentati, attraverso strumenti multimediali, i temi che legano Sebastiano ad alcuni luoghi del Biellese che furono suoi feudi: Gaglianico, Candelo, Benna e Masserano.

Obiettivo della mostra è far conoscere il ruolo di Biella e dei suoi protagonisti nei 50 anni tra il 1470 ed il 1520.

Sarà possibile scoprire in quali modi i Ferrero e gli altri aristocratici dell’epoca hanno contribuito a formare l’arte, l’architettura, il tessuto urbano e l’identità della città e di come le influenze lombarde e francesi ne hanno caratterizzato la cultura.

Durante il periodo della mostra saranno attivi laboratori didattici per le scuole e visite guidate e le tre sedi ospiteranno un ricco calendario di eventi collaterali.

Inaugurazione: giovedì 18 aprile ore 18.00

Sedi espositive      

Palazzo Ferrero – Biella Piazzo, Corso del Piazzo, 25 – Tel. 388 5647455

Palazzo La Marmora Biella Piazzo, Corso del Piazzo, 19 – Tel. 331 6797410

Museo del Territorio Biellese  Biella Piano, Via Quintino Sella, 54b – Tel. 015 252 93 45

Biglietteria

Palazzo Ferrero (biglietto unico per le 3 sedi espositive)

Museo del Territorio Biellese (biglietto unico per le 3 sedi espositive)

Biglietto d’ingresso:

Intero 10 euro. Ridotto 8 euro         .

Orari

Gli orari si trovano su www.ilrinascimentoabiella.it

Catalogo della mostra in vendita presso i bookshop di Palazzo Ferrero e del Museo del Territorio Biellese


Perché Sebastiano Ferrero e il Rinascimento a Biella

Il Rinascimento italiano è conosciuto universalmente per i risultati sorprendenti che questo periodo storico ebbe nell’evoluzione della cultura occidentale: alla parola Rinascimento si pensa a grandi centri come Firenze, Roma, Venezia, Milano. Tuttavia anche città che oggi hanno una dimensione media come Mantova, Ferrara, Rimini, Padova, Cremona, Bergamo, ebbero un ruolo di primo piano: questi luoghi conservano opere e monumenti e non di rado la forma stessa di queste città  è riconducibile a innovazioni di 500 anni fa.

Biella è una città del Piemonte, conosciuta in tutto il mondo per la sua produzione di tessuti in lana di eccellenza e per essere stata terra natale di alcuni importanti protagonisti del Risorgimento italiano, da Quintino Sella ai quattro generali Ferrero della Marmora.

Anche Biella tra Quattrocento e Cinquecento si trasformò: in questa città si erano attestate varie famiglie che hanno lasciato forti presenze nel territorio, si pensi ai Dal Pozzo, ai Gromo di Ternengo e ai Gromo Losa, con i loro  tre palazzi nel borgo storico del  Piazzo, senza dimenticare il convento di San Gerolamo costruito dai Gromo e il Castello di Castellengo dei Frichignono nei pressi di Cossato.

Dunque, perché mettere proprio Sebastiano Ferrero al centro di un progetto sul Rinascimento a Biella? Perché Sebastiano Ferrero, come uomo politico, svolse un ruolo di protagonista nella politica tra gli stati italiani ed europei e allo stesso tempo non cessò mai di contribuire allo sviluppo del proprio territorio. Seguirne le vicende consente una narrazione che va da una dimensione globale a una locale, perché lui stesso attivò un flusso tra queste due dimensioni, inserendo Biella tra i luoghi toccati dalla innovazione. Sebastiano fu un uomo di pace, di alleanze e di accordi, tutto teso a garantire condizioni stabili per le attività economiche in un’epoca di grandi conflitti; la sua si potrebbe anche chiamare una business story di successo, perché divenne così ricco da prestare somme ingenti al re di Francia.

Biella è una città divisa tra una parte bassa e una parte alta: Sebastiano Ferrero con la costruzione della Basilica di San Sebastiano rivolta verso i due palazzi Ferrero al Piazzo, attivò una relazione paesaggistica nella struttura urbana della città, lasciando un segno leggibile ancora oggi nella forma dei giardini che si aprono verso la città e nella torre ottagonale.


Il Rinascimento a Biella. Programma eventi completo. pdf

Info al pubblico

www.palazzoferrero.it    info@palazzoferrero.it    info@generazionieluoghi.it    Tel. +39 388 564 74 55

 

Tags

Commenta

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker